Sms per mancata ricezione di un pacco in consegna, è una truffa: ecco come difendersi

Un SMS da parte di DHL, GLS, Poste Italiane, che informa della mancata ricezione di un pacco inviato da Apple Italia. Ma fate attenzione si tratta di una truffa che chiede di pagare del denaro.

Molte volte vengono utilizzati nomi di grandi aziende, affidabili e consolidate, per attuare dei tentativi di phishing ai danni delle persone, ossia delle vere e proprie truffe con l’intento di spillare soldi o dati personali. Sebbene l’idea di poter ricevere un pacco da Apple Italia, possa essere una notizia allettante bisogna prestare attenzione a questi SMS che potrebbero trarre in inganno.

Nelle ultime ore sempre più persone stanno ricevendo un SMS avente come mittente DHL, GLS, Poste Italiane con cui vengono informate della mancata ricezione di un pacco inviato da Apple Italia nel quale è scritto che non è stato possibile consegnare una spedizione, accompagnato da un link con cui si dovrebbe riprogrammare la consegna.

Collegandosi al link si apre una pagina web recante il logo dell’azienda di spedizione, che fa presupporre di essere sul sito ufficiale, ma non è così. Nella schermata infatti è riportato lo stato della consegna e un numero di ordine fittizio a cui segue un tasto “Riprogramma la spedizione”. Premendo su quel bottone si aprono altre schermate, riportanti sempre il logo di DHL che chiedono se si preferisce ricevere il pacco a casa o presso il luogo del nostro lavoro, e la modalità di consegna: Express o normale.

A questo punto appare un nuovo messaggio che riporta “Conferma I tuoi dati per la riconsegna disponibile il giorno 10.09.2020 senza alcun costo aggiuntivo” seguito dal tasto precedi, tuttavia andando avanti nella procedura si apre una nuova pagina che chiede di pagare €1 per le spese di elaborazione, quest’ultima senza logo ufficiale.

Come difendersi

Sebbene premendo sul link contenuto nell’SMS si apra una pagina web con lo stesso stile e con il logo dell’azienda, analizzando il dominio internet si capisce che non è quello del sito ufficiale dell’azienda di spedizione, e già questo è un primo campanello d’allarme da tenere in considerazione. Inoltre non viene richiesto nessun indirizzo di spedizione.

L’unico modo per difendersi da questo tipo di truffa è quello di ignorare completamente l’SMS e soprattutto non procedere con alcun pagamento, infatti oltre all’euro richiesto potrebbero essere sottratti molti altri soldi dalla carta utilizzata per il pagamento della suddetta cifra.

One thought on “Sms per mancata ricezione di un pacco in consegna, è una truffa: ecco come difendersi

  • 24 Settembre 2020 in 14:51
    Permalink

    Ormai in circolazione ci sono più truffe che attività normali.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *